Circolazione naturale

Circolazione naturale

Un sistema solare termico normalmente è composto da un collettore che riceve l'energia solare e da un serbatoio ad acqua coibentato dove viene immagazzinato il calore. I sistemi solari termici possono essere di due tipi: a circolazione naturale e a circolazione forzata.
In un sistema a circolazione naturale il passaggio del liquido vettore avviene tramite convezione. Il liquido riscaldandosi nel pannello solare si espande e raggiunge lo scambiatore all’interno del serbatoio di accumulo. In esso il calore viene ceduto all'acqua sanitaria contenuta nel serbatoio.
L’impianto a circolazione naturale è più semplice di quello a circolazione forzata. Non esiste consumo elettrico dovuto all’ausilio di un gruppo di circolazione collegato al circuito solare. Il serbatoio viene disposto ad un'altezza maggiore di quella dei pannelli solari a cui è collegato e per ragioni estetiche è del tipo orizzontale ad intercapedine. La circolazione naturale, rispetto a quella forzata, risulta essere più sensibile alle perdite di carico del circuito primario e vengono, quindi, realizzati sistemi kit compatti ove il serbatoio di accumulo è situato molto vicino al pannello solare.

Kit solari a circolazione naturale

Negli impianti a circolazione naturale il flusso tra pannello e serbatoio d’accumulo e determinato dalla semplice legge fisica secondo la quale i liquidi caldi salgono, mentre...

Telaio per superfici piane

Per realizzare un impianto solare termico è necessario fissare i collettori su una superficie piana o inclinata. A tal fine sono necessari dei telai di supporto. I telai Sunerg...

Telaio per tetti inclinati

Per realizzare un impianto solare termico è necessario fissare i collettori su una superficie piana o inclinata. A tal fine sono necessari dei telai di supporto. I telai Sunerg...